Cocktail di nutrienti

Ottime fonti di vitamina C e minerali perfino nel cuore dell’inverno, questi piccoli agrumi contengono eccellenti antiossidanti;hanno un alto potenziale terapeutico e sono ricchi di fibre, che si concentrano nella buccia e nella membrana bianca attorno alla polpa.

Essenza calmante

Gli oli essenziali estratti da questi frutti hanno effetti calmanti o rilassanti. Possono rivelarsi molto utili in caso di insonnia, nervosismo,o anche agitazione dei bambini.

Scegliere bene

Mandaranci, mandarini e tangerini devono essere sodi e pesanti quando li prendete in mano;si conservano in frigorifero solo per 1 o 2 settimane. Ricordate di tirarli fuori un po’ prima se volete spremerli.

Un po’ di storia

IL termine mandarino è legato ai mandarini, gli alti funzionari dell’impero cinese vestiti di arancione. Tangerino , invece, deriva da Tangeri, città portuale che per molto tempo servi come piattaforma per il trasporto di questi agrumi. Il nome clementina invece viene da un religioso, padre Clemente, che avrebbe partecipato alla selezione di questa varietà. Il mandarino è apparso in Italia solo nel XIX secolo

Un’ aria zen

L’olio essenziale di mandarancio, solo o mescolato a quello di arancia o di lavanda, può essere diffuso in una stanza se si vuole ottenere effetto rilassante

Maschera essenziale per pelli grasse

Per ottenere una maschera purificante, mescolate bene 3 cucchiai di argilla in polvere con 2 gocce d’olio essenziale di mandarancio e un po’ d’acqua o di olio vegetale ( di nocciola per pelli grasse) fino a ottenere la consistenza desiderata, Applicate e lasciate agire 15 minuti circa, poi risciacquate con acqua corrente.

 

Estratto da:

NATHALIE C., Frutta e verdura 1001 usi e virtù, Milano, Vallardi, 2012.